martedì 29 dicembre 2015

I MIEI PREFERITI DEL 2015

Visto che in questi giorni tutti stilano classifiche del libro dell’anno, farò anch’io la mia. Non sulla base di quelli usciti nel 2015, ma sulle mie letture, che non sono esattamente numerose e quindi sceglierò tre titoli. Come raccontavo, non ho una buona memoria riguardo alle trame, ma direi che riguardando il mio diario, non ci sono molti dubbi!

mercoledì 23 dicembre 2015

PER STRADA

Alcuni anni fa, vivevo a Barcellona, chiamai mio padre dalla sala d’aspetto del pronto soccorso e gli dissi che mi ero rotta il naso. La sua primissima reazione fu «Stavi leggendo mentre camminavi?». La risposta era no e non ero neanche caduta con i roller, come mi chiese subito dopo. Niente di eroico in realtà: tanto per cambiare avevo la testa tra le nuvole e, alla ricerca della fermata dell’autobus, andai a sbattere contro a un palo della luce.

mercoledì 16 dicembre 2015

MANUALE PRATICO DI GIORNALISMO DISINFORMATO

Scheda del libro

TITOLO: Manuale pratico di giornalismo disinformato
AUTORE: Paolo Nori
EDITORE: Marcos y Marcos
ANNO: 2015
PAESE: Italia
TRAMA: Ermanno Baistrocchi si ritrova un morto in cucina, steso sul tavolo. Ora, tre giorni dopo, racconta cosa gli è successo in quest’ultimo periodo. Un periodo in cui deve consegnare un romanzo che però non ha voglia di scrivere e quindi partecipa a tutti i festival a cui viene invitato, frequenta l’Emma, la mamma di sua figlia Daguntaj, scrive degli articoli per la «Marmaglia», tiene un corso di giornalismo disinformato in una libreria del centro di Bologna e conosce Mantegazza.

giovedì 10 dicembre 2015

UN ALTRO BLOG? DI LIBRI??

Perché un altro blog di letture e di libri? Ammetto che me lo sono chiesta anch’io, quando cominciava a frullarmi in testa l’idea di darne vita a uno. Per prima cosa ho enumerato tutti i buoni motivi per cui NON aprire un blog, tanto meno di letteratura. Mi sono detta che sicuramente alla seconda settimana non saprei cosa scrivere, che le mie opinioni sui libri che leggo non interessano nessuno e che in fin dei conti non leggo neanche così tanto, da poter tener viva questa pagina. Poi ho pensato che per me un blog è o per adolescenti innamorate/incazzate con il mondo, oppure per i guru di internet e della rete. Da una parte, i 15 anni sono ahimè passati da troppo tempo… e anche i 16, se è per questo; dall’altra, le star di internet  sfornano post alla velocità della luce, su argomenti interessantissimi, seguitissimi, attesissimi e condivisissimi. Tanti «issimi» a cui non oserei mai nemmeno aspirare.